Autore Redazione :: 2 Gennaio 2016

Oltre l'arcinoto alcol, esistono altre sostanze che possono danneggiare il fegato. Vediamo quali sono

Cosa può arrecare danno al fegato?

Il fegato è un organo adibito a svolgere molteplici funzioni. Esso è anche suscettibile al danno derivante da diverse sostanze, a prima vista innocue. Vediamone alcune.

Lo zucchero
Questa categoria di sostanze può arrecare carie ai denti, ma anche patologie epatiche. Infatti, nell'organismo lo zucchero in eccesso è convertito in molecole di natura lipidica, grassi che possono danneggiare il tessuto del fegato.

Il glutammato monosodico
Si tratta di un esaltatore di sapidità presente in numerosi prodotti preconfezionati. Talvolta questo ingrediente è camuffato nelle etichette sotto altri nomi, quali estratto di soia o proteine vegetali idrolizzate. Può arrecare danno al fegato, poiché associato all'accumulo di grassi a livello epatico.

Gli integratori a base di erbe
Il fatto che una sostanza o un prodotto sia naturale non garantisce l'assoluta assenza di effetti nocivi sulla salute. Un'erba impiegata come supplemento è il kava. Essa è adoperata per far fronte ai sintomi della menopausa e dello stress. Ma alcuni studi hanno dimostrato che essa può alterare la funzione epatica, fino a causarne l'insufficienza. Per evitare ciò, prima di fare uso di un determinato integratore è consigliabile chiedere il parere del medico.

L'obesità
I lipidi in eccesso possono accumularsi all'interno delle cellule del fegato, con conseguente steatosi epatica e difetti nella funzionalità dell'organo. Per evitare queste conseguenze, è necessario scegliere un regime alimentare sano e svolgere attività fisica.

La vitamina A
Questa sostanza si ritrova nel latte, nelle uova, ma anche nei vegetali colorati di rosso-arancione. Di certo la vitamina A ha molteplici effetti positivi, quali quello di rinforzare le ossa, proteggere la vista e potenziare il sistema immunitario. Ma a dosi eccessive, può comportare danni per il fegato.  

Tag: 

Facebook Comments Box