Autore Laura Ruggeri :: 12 Novembre 2015

Più comune di quanto si pensi, quali sono i sintomi di una intolleranza alimentare?

Intolleranze alimentari: quali sono i sintomi?

Le intolleranze alimentari colpiscono il 10% circa delle persone adulte. Spesso non si sa nemmeno di soffrirne. Ma quali sono i sintomi che la accompagnano?

L’intolleranza alimentare coinvolge il metabolismo e non il sistema immunitario e in questo si differenzia dall'allergia alimentare. Un tipico esempio è l’intolleranza al lattosio: le persone che ne sono affette hanno una carenza di lattasi, un enzima che scompone il disaccaride lattosio in glucosio e galattosio. L’intolleranza alimentare si manifesta quando il corpo non riesce a digerire correttamente un determinato alimento o un componente alimentare. Le persone che ne soffrono possono spesso sopportare piccole quantità dell’alimento o del componente in questione senza sviluppare sintomi. Gli individui allergici devono evitarlo del tutto.

Vediamo quali sono i sintomi di una intolleranza alimentare.

Diarrea
Andare in bagno più volte nell'arco della giornata può essere un sintomo di intolleranza alimentare.
Vi sono anche altre condizioni che accompagnano una maggiore frequenza evacuativa, come dolore addominale, gas e gonfiore. Si tratta di campanelli di allarme che informano che l'intestino è irritato.

Dolori muscolari e articolari cronici
Si tratta di dolori diffusi e non focalizzati a una particolare area corporea. Si presentano per un lungo periodo. Tale sintomatologia prende il nome di fibromialgia. Molti pazienti riferiscono di soffrire di questo disturbo, in seguito all'assunzione di un determinato alimento.

Mal di testa
Può capitare che dopo aver consumato un determinato alimento si soffra di mal di testa ed emicrania. L'alimento trigger, ossia quello che innesca il disturbo, è il più delle volte il glutammato monosodico, che causa formicolio muscolare e mal di testa.

Spossatezza cronica
Nonostante una notte di sonno, può capitare di sentirsi stanchi al risveglio. Potrebbe trattarsi della sindrome da stanchezza cronica, la cui causa è tuttora ignota. Si pensa però che un'intolleranza alimentare possa essere una delle cause scatenanti, insieme a stress e assetto genetico proprio dell'individuo.

Difficoltà a digerire i derivati del grano nonostante la negatività al test per la celiachia
Il glutine, una lipoproteina presente in alcuni cereali, causa l'attivazione del sistema immunitario e danni a carico della mucosa del digerente nei pazienti celiaci in seguito ad assunzione. Vi è una condizione non del tutto nota, chiamata sensibilità al glutine. Questa non ha la stessa fisiopatologia della celiachia, ma comporta sintomi simili.

Facebook Comments Box