Autore Laura Ruggeri :: 4 Novembre 2015

Uno studio rivela che bambini sottoposti a una prolungata somministrazione di antibiotici possono sviluppare problemi alle articolazioni

Gli antibiotici sono pericolosi sui bambini

Uno studio condotto nel New Jersey rivela la tossicità di una lunga assunzione di antibiotici in bambini. Questi possono sviluppare, infatti, una patologia autoimmune che colpisce le articolazioni, chiamata artrite giovanile.

Gli antibiotici rappresentano uno dei più importanti progressi della medicina. Hanno aiutato a guarire infezioni batteriche che un tempo spesso conducevano alla morte. Si tratta di farmaci molto utili, che sostengono il sistema immunitario nella lotta contro i batteri patogeni.

Ma come per tutti i farmaci, l'altra faccia della medaglia riguarda gli effetti collaterali. L'eccessiva somministrazione di antibiotici in bambini può portare a danni per la loro salute. Lo rivela uno studio condotto da ricercatori dell'Istituto di salute pediatrica nel New Jersey.

Nella ricerca è stato osservato che il rischio di sviluppare artrite giovanile era doppio in bambini trattati a lungo con antibiotici rispetto a chi invece non ne aveva assunto. L'incidenza della malattia aumentava con il prolungamento del tempo della terapia, in particolar modo dopo un anno. La ricerca si è estesa a valutare l'impatto sulla salute di altri farmaci, gli antivirali e gli antifungini, giungendo alla conclusione che questi non avevano lo stesso effetto negativo degli antibiotici.

L'artrite giovanile è una patologia autoimmune che colpisce le articolazioni di bambini e ragazzi di età inferiore a 16 anni. In particolare, è colpita la membrana sinoviale, ossia quel tessuto che riveste la superficie interna della articolazioni mobili. Non esiste una reale cura e i pazienti affetti sono colpiti da una grande riduzione della mobilità. Il dolore e il gonfiore articolare la caratterizzano, proprio a causa dell'infiammazione della sinovia.

Per scongiurare il rischio di incorrere in questa patologia, a causa di un eccessivo uso di antibiotici, è bene usare questa categoria di farmaci solo quando strettamente necessario e previa prescrizione medica. Si può inoltre ridurre l'incidenza di infezioni, che poi necessitano di un trattamento antibiotico, attraverso l'uso di alimenti probiotici che rinforzano il sistema immunitario, aiutandolo a combattere più efficacemente le infezioni batteriche. Tra questi cibi ricordiamo lo yogurt, il miso e tutti gli alimenti fermentati.

Tag: 

Facebook Comments Box