Autore Laura Ruggeri :: 22 Dicembre 2015

Le afte della bocca sono una condizione comune. Ma di cosa si tratta e cosa ne determina la comparsa?

Afte della bocca, come evitarle?

Si tratta di piccole lesioni che si formano a livello dei tessuti molli della bocca, le afte possono essere fastidiose, ma come riuscire ad evitarne la formazione? A differenza delle lesioni da virus herpes, le afte non si manifestano sulla superficie delle labbra, riguardano bensì la parte interna della cavità orale, gengive e lingua comprese. Poiché non sono di natura virale, non sono contagiose come invece è l'herpes.

Sono dolorose e si presentano di forma rotonda o ovale, rendendo difficile il mangiare e il parlare.

La guarigione solitamente è spontanea e avviene nell'arco di una settimana o due. Possono comparire nuove lesioni nello stesso punto o in altri vicini.

Le cause di queste manifestazioni non sono del tutto note; si pensa che una combinazione di fattori contribuisca a determinarle. Tra le ragioni riscontrate vi può essere:

Una carenza nutrizionale: la mancanza di determinate vitamine, ad esempio la B12, o di minerali quali lo zinco e il ferro può favorire la formazione di queste lesioni.

Microtraumi della bocca: altra causa di afte è lo stress dei tessuti della bocca: uno spazzolamento dei denti con uno spazzolino dalle setole dure o il masticare qualcosa che leda la mucosa orale può favorire lo sviluppo di afte.

Alcuni alimenti: dall'altra parte anche ciò che si ingerisce può causare afte: la frutta troppo acida ne è un esempio. Limoni, ananas, arance possono causare microlesioni della mucosa della bocca e con queste afte.

Cause endogene: anche un sistema immunitario indebolito può condurre a questo tipo di lesione. Le fluttuazioni ormonali, le allergie alimentari e la familiarità della lesione sono altri fattori predisponenti per le afte.

Tag: 

Facebook Comments Box