Autore Laura Ruggeri :: 19 Dicembre 2015

L'Osservatorio Nazionale Federconsumatori regista anche per questo Natale la messa in opera di strategie anticrisi per puntare al risparmio

Vacanze di Natale, le strategie anticrisi degli Italiani

Il risparmio non va mai in vacanza, specie in tempi di crisi. L'Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato le intenzioni degli italiani riguardo cenoni e spese relative per Natale e Capodanno. I prezzi dei prodotti tipici delle festività sono in aumento. Si è stimato un incremento in media dello 0,9%. Dall'altra parte assistiamo anche a un calo del budget destinato ai regali di Natale, sceso del 1,6% rispetto all'anno precedente.

Ma quanto spenderanno gli italiani per le cene di Natale e Capodanno?

Per Natale la percentuale delle famiglie che cenerà fuori è prossima allo zero. Del resto perché rinunciare al tepore della casa? Natale è sinonimo di famiglia e la propria casa ne fa parte. Ma quanto spenderanno gli italiani per la cena di Natale? Il calcolo subisce una differenziazione a seconda del menù previsto: per una cena classica composta da pesce fresco e vino di qualità, la stima è di 35 euro a testa in media; mentre il menù anticrisi, che comprende vino economico e pesce povero, il costo ammonterà a 16 euro a persona.

E per Capodanno? Anche in questo caso diminuisce il numero di famiglie che cenerà fuori casa. Infatti, solo una famiglia su otto ha prenotato al ristorante. Per le altre le pareti domestiche saranno lo scenario prescelto per dare il benvenuto al nuovo anno. Per il cenone di Capodanno le cifre della spesa salgono un po' rispetto a quelle per il giorno di Natale, con 40 euro per un cenone ricco in media e 20 euro per il menù anticrisi.

Tra le strategie anticrisi, Federconsumatori propone di approfittare delle offerte sconto sui prodotti alimentari che molti commercianti stanno promuovendo per incentivare gli acquisti.

Facebook Comments Box