Autore Redazione :: 29 Novembre 2015

Dopo la Guinness, anche il marchio francese Duval-Leroy annuncia la svolta vegana: “Non faremo più uso di prodotti derivanti dagli animali per la produzione del nostro champagne”

Lo champagne Duval-Leroy diventa 100% vegano

Da quest'anno si potrà scegliere di brindare con uno champagne 100% vegano, quello della casa produttrice francese Duval-Leroy. La maison, fondata nel 1859 dalla collaborazione tra due prestigiose famiglie produttrici di champagne i Duval e i Leroy, dispone di 200 ettari di vigneto a Vertus, un comune vitivinicolo nel nord est della Francia.

Sotto la spinta delle crescenti richieste dei consumatori, il brand ha annunciato processi di filtrazione più naturali, senza l'impiego di prodotti di origine animale. Infatti, albume d'uovo, gelatina di pesce e caseina erano stati impiegati lungo la filiera produttiva per chiarificare lo champagne.

Così l'azienda ha deciso di mettersi in gioco e di ricercare un metodo alternativo 100% vegano che garantisse l'identica qualità del prodotto apprezzato dai suoi consumatori. Dopo vent'anni di ricerca è stato approvato un metodo che prevede:

La naturale decantazione del prodotto attraverso un invecchiamento più lungo. I vini in fase di maturazione permarranno più a lungo nelle vasche.

Un filtraggio naturale che non richiede l'impiego di prodotti animali.

Questa nuova metodica manterrà le caratteristiche organolettiche di pienezza e corposità dello champagne Duval-Leroy.

Questo impegno vegano si affianca alle recenti dichiarazioni del celebre birrificio irlandese Guinness che abbandonerà l'uso della colla di pesce, sostituita da sostanze di origine vegetale come probabilmente l'agar-agar o la pectina, entro la fine del 2016.

Le bollicine si fanno vegane.

Tag: 

Facebook Comments Box