Autore Redazione :: 15 Novembre 2015

La Food and Drug Administration è intenzionata a coinvolgere l’opinione pubblica sull’attendibilità scientifica dei “rimedi alternativi”

Omeopatia

Secondo alcuni sondaggi, la medicina omeopatica produce un volume d’affari dell’ordine dei miliardi di dollari. Ciò avviene nonostante il fatto che, in massima parte, non vi siano ancora prove scientifiche attestanti l’efficacia dei rimedi previsti da questa discussa disciplina. All’orizzonte, però, potrebbero iniziare a intravedersi dei segnali di cambiamento. Negli Stati Uniti, la FDA (Food and Drug Administration, ente governativo che si occupa della tutela della salute pubblica tramite la regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ma anche di cosmetici e dispositivi medici) sarebbe intenzionata a coinvolgere (con interviste dirette) l’opinione pubblica chiedendole di esprimersi sulla attendibilità dei fondamenti scientifici della medicina alternativa. L’obiettivo sarebbe quello di capire se è possibile regolarla similmente alla medicina tradizionale.

La notizia è stata riportata dall’autorevole mensile americano Popular Science. La disciplina della medicina alternativa e omeopatica è spesso oggetto di derisione e scetticismo e indicata, più o meno tacitamente, come un esempio di ciarlataneria. Ciononostante, resta una pratica vastamente popolare e radicata nelle consuetudini di moltissime persone nel mondo pronte a giurare sulla sua efficacia nella guarigione da malanni e malattie. Il problema è che mancano le prove tecniche sulla validità di questi metodi: da qui deriva l’annoso dibattito sull’efficacia e sull’etica d’utilizzo che rischia di protrarsi più o meno all’infinito.

Ecco un estratto ripreso dalla rivista Popular Science: “Questo genere di trattamenti non testati possono mettere a rischio in qualche misura la salute delle persone. Come i farmaci tradizionali, anche i rimedi omeopatici possono avere effetti collaterali; inoltre, i dubbi derivano dal fatto che essi non vadano oltre il classico ‘effetto placebo’. A parere di qualcuno, se non sono efficaci allora non sono sani: per esempio, alcune persone affette da asma potrebbero incorrere in attacchi ‘mortali’ se decidessero di adottare rimedi alternativi al posto di quelli prescritti dai medici. FDA dovrà prendere una decisione sui rischi e sui benefici della medicina omeopatica e assumersene le responsabilità, qualsiasi sia la decisione presa”.

Tag: 

Facebook Comments Box