Autore Laura Ruggeri :: 18 Dicembre 2015

La depressione è una stato legato all'ambiente in cui ci si trova. Familiari, spazio personale e condizioni ambientali possono svolgere un ruolo nel determinarla. In questo senso si inserisce la terapia della luce

Depressione: cos'è la terapia della luce?

Tutti percepiscono un calo dell'umore con l'accorciarsi delle giornate. Da questa evidenza, si è sperimentata la terapia della luce come trattamento di quanti avevano sofferto di depressione stagionale, una condizione in cui si diventa tristi con l'avvicinarsi dell'inverno. Adesso i ricercatori stanno tentando di applicare questo tipo di terapia anche nella depressione generale.

A supporto di questo allargamento dei pazienti target della terapia della luce, vi è un recente studio che rivela la sua maggiore efficacia rispetto al prozac, noto farmaco antidepressivo.

Nella ricerca è stata determinata l'efficacia del trattamento con luce da sola e in combinazione con la fluoxetina cloridrato, principio attivo del prozac. I dati ottenuti sono stati confrontati con quelli di un gruppo trattato con un placebo. Questi sono stati raccolti nell'arco di cinque anni di osservazione dei pazienti. Si è dimostrato che il trattamento con la luce ha dato ottimi risultati. La combinazione col farmaco ha mostrato anche risultati positivi, ma anche alcuni effetti collaterali. Di contro la sola terapia con la luce è priva di effetti negativi.

Alla base della depressione, come di altre condizioni di disagio psichico, vi è la necessità di aprirsi al nuovo e di recuperare la fiducia in se stessi e nel mondo. Un modo di convivere con le proprie parti più fragili e delicate esiste. In contro a questa capacità di accettare e gestire se stessi, vi è la psicoterapia che di certo offre supporto, confronto e affinamento delle propria capacità di prendersi cura del sé.

Tag: 

Facebook Comments Box