Autore Redazione :: 18 Novembre 2015

Lo yoga può aiutare a prendere sonno più velocemente e a combattere l'insonnia. Vediamo le posizioni più adatte

4 posizioni Yoga per l'insonnia

Praticare lo yoga, e in particolare alcune specifiche posizioni, può favorire il sonno e contrastare l'insonnia. Infatti, può capitare che si vada aletto esausti con la voglia e il bisogno di addormentarsi subito, per un lungo e ristoratore sonno e invece si rimane ore e ore a guardare il soffitto. Sarà colpa dei pensieri? Sarà colpa della frenesia della giornata appena trascorsa? Fatto sta che non si riesce a lasciarsi andare alle braccia di Morfeo.

Se non avete mai praticato la disciplina dello yoga sarebbe utile prendere qualche lezione, giusto per imparare le pose di base ed evitare di farsi male durante le posizioni.

Vediamo quattro posizioni per favorire il rilassamento e il sonno.

1. Seduti a terra e piegati in avanti
È calmante e aiuta anche a favorire una corretta digestione. Per la posizione, bisogna sedersi per terra con le gambe distese davanti a voi. La schiena deve essere mantenuta dritta, senza però forzare troppo. Una caratteristica dello yoga è che ci si siede puntando verso l'alto e non accasciandosi verso il basso. Così, dovete immaginare una forza invisibile e delicata che tira la vostra schiena verso l'alto. Inspirando poi sollevate le braccia sopra la testa. Espirando, cercate di toccare con le mani la punta dei piedi. Se non riuscite ad arrivare ai piedi non importa; afferrate la parte dei vostri arti inferiori che riuscite a raggiungere: piedi, caviglie, polpacci o cosce. La posizione va poi mantenuta per 10 lente respirazioni.

2. La posa del ponte
Allevia lo stress, favorendo il sonno. Per raggiungere la posizione, cominciate col distendervi per terra con la schiena sul pavimento. Le braccia sono ai lati del busto, coi palmi delle mani rivolti verso il basso. Flettete le gambe e poggiate bene la pianta del piede. Sollevate gentilmente il bacino, facendo forza sui muscoli delle cosce. Mantenete questa posizione per 10 respiri.

3. Posizione con le gambe ad angolo
Risulta particolarmente indicata in caso di pensieri che si rincorrono senza posa impedendo il sonno. Iniziate mettendovi seduti con la schiena dritta e con le piante dei piedi unite l'una contro l'altra. Facendo perno sui gomiti, lentamente abbassate la schiena verso il pavimento, finché non avrà poggiato al suolo. Tirate indietro le scapole. Rilassate le braccia e disponete i palmi delle mani verso l'alto. Rimanete in questa posizione respirando lentamente a occhi chiusi.

4. Savasana
Solitamente è praticata alla fine della lezione di yoga per rilassare il corpo. Può essere quindi molto utile per combattere l'insonnia. Distendetevi per terra con la schiena ben poggiata per terra. I piedi sono separati l'uno dall'altro per uno spazio che è grande quanto la larghezza delle vostre spalle. Le braccia sono ai lati del corpo con i palmi verso l'alto. Adesso chiudete gli occhi e respirate profondamente, provando a riempire dolcemente tutte le parti dei vostri polmoni. Porgete l'attenzione al vostro addome, che si solleva durante le inspirazioni e si abbassa durante le espirazioni. A scelta, potete decidere di usare questa posizione per una meditazione guidata o per ascoltare musica rilassante.

Tag: 

Facebook Comments Box