Autore Laura Ruggeri :: 12 Dicembre 2015

A supporto delle aziende che vogliono incentivare l'uso della bici da parte dei loro dipendenti nasce il club delle imprese amiche della bici

Nasce CIAB, il club delle imprese amiche della bicicletta

Il club delle imprese amiche della bici è nato da una costola di FIAB, Federazione italiana amici della bicicletta, per creare un vero e proprio raggruppamento di aziende bike-friendly, che si impegnano nella mobilità sostenibile.

I vantaggi delle imprese iscritte al CIAB riguardano quattro aspetti fondamentali.

La comunità: le aziende verranno inserite all'interno di un network sul web in cui potere scambiare informazioni sulle iniziative a tutela dell'ambiente per far circolare idee e progetti comuni.

L'immagine: L'appellativo eco-friendly piace alle aziende, perché fa presa sui consumatori sempre più sensibili alle tematiche ambientaliste. Da qui da parte di alcune imprese la nascita di campagne di pura facciata a tutela della natura, denominate nell'insieme di green-washing. Dall'altra parte però un impegno serio nei confronti della mobilità sostenibile può far acquistare punti agli occhi di potenziali clienti.

La tutela: CIAB offre ai dipendenti delle aziende iscritte al proprio albo l'assicurazione RC (responsabilità civile verso terzi) a copertura sul territorio europeo.

La formazione: CIAB si impegna anche a fornire il know-how alle aziende per gestire al meglio la mobilità con le biciclette per gli spostamenti dei dipendenti, riguardo ad esempio la creazione di aree per il deposito bici e l'istituzione di iniziative per incentivare l'uso delle biciclette in azienda.

Il direttore CIAB, Michele Mutterle, ha affermato: “Siamo felici dell'interesse che aziende e realtà economiche di diversi settori stanno dimostrando nei confronti di CIAB e di avere già accolto tra i primi soci cooperative, operatori del turismo, aziende nel settore bici, ma anche società di costruzioni, industrie e società hi-tech.

Facebook Comments Box