Autore Laura Ruggeri :: 17 Dicembre 2015

Stop alle crudeltà sugli animali, questo il messaggio lanciato dall'attrice statunitense Amy Smart in un video per l'associazione Leaping Bunny

L'attrice Amy Smart dalla parte degli animali

La bella attrice Amy Smart svela il suo cuore animalista schierandosi a favore dei diritti degli animali in una campagna di sensibilizzazione dell'associazione Leaping Bunny. E lo fa nel modo suo più congeniale, mettendo la faccia in un video che mostra una seduta di un gruppo di supporto terapeutico in cui si riuniscono animali traumatizzati dalla brutalità dell'uomo, guidati dalla psicoterapeuta Amy Smart. Nel video l'uso degli animali nei laboratori è definito “brutale, arcaico e non necessario”

Numerose sono le aziende che testano i loro prodotti sugli animali. Non esistono ancora regole e leggi che li tutelino da questo punto di vista: dalla sperimentazione in campo medico al testing dei cosmetici, gli animali sono sfruttati e inermi. Ma le alternative esistono ed è bene discuterne e farle conoscere. Perciò largo ai prodotti cruelty-free.

I consumatori infatti detengono il potere di dirottare il modus operandi delle aziende, semplicemente scegliendo di non comprare prodotti che sfruttano gli animali e prediligendo quelli che invece li rispettano. L'associazione Leaping Bunny si propone anche come ente di certificazione cruelty-free in USA per le aziende amiche della natura e degli animali. Inoltre ha stilato un database cui si può accedere attraverso una app per iPhone: l'utente scansiona il codice a barre del prodotto e scopre se questo proviene da azienda cruelty-free o meno.  

Video contro l'uso degli animali in laboratorio

Tag: 

Facebook Comments Box