Autore Laura Ruggeri :: 29 Novembre 2015

Sono stati pubblicati i risultati di un sondaggio condotto da Legambiente e Lorien Consulting circa il sentire degli Italiani nei confronti delle tematiche ambientali: l'85% dà la priorità al problema dei cambiamenti climatici

Italiani e cambiamenti climatici: per l'85% si tratta di una problematica prioritaria

In occasione della seconda giornata del forum della Conferenza nazionale “QualEnergia”, tenutasi a Roma il 26 novembre, è stato presentato il risultato di un sondaggio condotto da Legambiente e Lorien Consulting. Questo rivela che l'85% degli Italiani ritiene i cambiamenti climatici una tematica seria da affrontare prima possibile.

L'indagine è stata condotta su 1000 persone, rivelando una maggiore presa di coscienza sulle responsabilità personali nei confronti dei problemi ambientali e dell'inquinamento. Se un tempo si declinavano ad altri gli oneri e i doveri del mantenere pulito il mondo, oggi vi è la maggiore consapevolezza che ognuno di noi può e deve fare la sua parte. Infatti 8 Italiani su 10 hanno dichiarato di essere disposti a spendere un po' di più per acquistare prodotti eco-sostenibili.

Dopo i recenti attentati terroristici di Parigi, l'attenzione verso la città e i suoi eventi ha portato a una maggiore conoscenza della Conferenza sul Clima di Parigi, che aprirà le porte al dibattito il 30 novembre prossimo: se a ottobre solo il 29% degli intervistati dichiarava di averne sentito parlare, oggi la percentuale è salita al 39%.

Ma quali sono le attese degli Italiani nei confronti di questo summit internazionale? 150 delegazioni governative interverranno alla riunione ONU di Parigi; l'attesa e le speranze sono riposte nella emanazione di un nuovo protocollo che vincoli i Governi a ridurre le emissioni di anidride carbonica. L'obiettivo è quello di ridurre l'innalzamento delle temperature in questo secolo. Gli Italiani ripongono fiducia nella possibilità che a Parigi si trovi effettivamente un accordo: il 69% degli intervistati dichiara che la Conferenza inciderà sulle azioni dei singoli Paesi partecipanti; il 54% pensa che le misure decise riusciranno a fermare i cambiamenti climatici.

Facebook Comments Box