Autore Laura Ruggeri :: 16 Novembre 2015

Il principe Carlo ha esortato gli investitori britannici ad abbandonare i combustibili fossili come fonte di energia e dirottare gli investimenti sul rinnovabile

Il principe Carlo d'Inghilterra

Nell'ambito di un recente meeting londinese, il principe Carlo, erede al trono britannico, ha invitato gli investitori ad abbandonare i combustibili fossili come fonte di energia, dirottando le risorse finanziarie sul rinnovabile.

Il riscaldamento globale mette a rischio l'intera comunità finanziaria globale, da qui la necessità di investire nel campo delle energie rinnovabili, col progressivo abbandono del fossile: questo è quanto ha recentemente affermato il principe Carlo. L'occasione di tali dichiarazioni è stata data da un summit tra investitori ed esperti di cambiamenti climatici, tenutosi pochi giorni fa a Londra presso il Guilhall, storico edificio della City.

Nel corso del dibattito, è emerso che molti investitori considerano ormai un cattivo investimento puntare sulle compagnie petrolifere. Sarah Butler-Sloss, co-fondatrice di un'associazione che promuove l'abbandono del fossile, ha dichiarato che negli Stati Uniti lungimiranti compagnie hanno già investito ben 2,5 miliardi di dollari nelle energie rinnovabili.

Al dibattito non sono mancati però i pareri contrari di coloro i quali mettevano in dubbio il disinvestimento sul fossile, allarmati dalla velocità di transizione verso le energie rinnovabili. È stata lamentata una mancanza di sufficiente competenza nel settore del rinnovabile e la scarsità di progetti che riguardano le fonti di energia sostenibile. Si è fatto cenno alla potenza finanziaria che le lobby del carbone ancora detengono. Basti pensare che i titoli legati ai combustibili fossili ancora dominano il mercato della borsa di Londra.

James Cameron, presidente di Overseas Development Institute del Regno Unito, ha parlato dell'importanza della svolta green degli investimenti, dati i crescenti effetti negativi dei cambiamenti climatici.

Facebook Comments Box