Autore Redazione :: 19 Novembre 2015

I cambiamenti climatici in corso hanno un impatto maggiore sulle specie più vulnerabili come il salmone che infatti rischia l'estinzione

I salmoni sono a rischio di estinzione?

Il salmone è tra le specie animali più vulnerabili e sensibili ai cambiamenti climatici. Proprio per questo è a rischio di estinzione. Il termine salmone fa riferimento a diverse specie di salmone, non a una sola. Si tratta di pesci che nascono nei fiumi e poi si trasferiscono in mare. Solo in età adulta ritornano al fiume nativo per deporre le uova.

Le emissioni di gas, come ad esempio l'anidride carbonica, hanno determinato un aumento delle temperature medie stagionali. I gas serra derivano da diverse fonti, come l'uso dei combustibili fossili e gli allevamenti di bestiame. Oltre a questo, le deforestazioni massive e l'inquinamento crescente degli oceani stanno riducendo la capacità del pianeta di riassorbirli. I salmoni fanno parte delle specie animali più sensibili a questi cambiamenti ambientali. Attualmente già numerose sottospecie di salmone sono considerate estinte.

A cosa è dovuta la minaccia di estinzione dei salmoni? Da un lato vi è la costruzione di dighe che impediscono ai salmoni di tornare ai loro fiumi per deporre le uova. Si è cercato di bypassare questo limite fisico, costruendo passaggi ad hoc per i salmoni. È stato anche creato negli Stati Uniti un sistema di trasporto con i camion, per trasportare i salmoni dal fiume fino al Pacifico, senza però riscuotere grandi successi.

L'erosione del suolo, provocata dal disboscamento, inoltre ha causato lo slittamento di fango nei torrenti, distruggendo gli habitat di questi pesci. La minaccia principale per la loro sopravvivenza è però il surriscaldamento globale. Infatti, per la riproduzione, il salmone ha bisogno di acqua fredda e pulita nel fiume. Ma l'innalzamento delle temperature impedisce la schiusa delle uova di salmone, che degenerano. Altro pericolo celato dietro al surriscaldamento globale è la siccità, che riduce il numero di habitat disponibili per la riproduzione.

L'impatto della riduzione del numero dei salmoni ha già fatto sentire il suo effetto sulla vita delle popolazioni native d'America, il cui sostentamento dipende dalla presenza di questo pesce. Anche una popolazione di orche del Pacifico nord occidentale ha subito una decimazione, a causa della perdita dei salmoni.

Le soluzioni al problema fanno riferimento alla rimozione delle dighe dai fiumi per permettere il passaggio dei salmoni e la loro riproduzione. Di certo, sarà anche necessario prendere tutti i provvedimenti utili per arrestare i cambiamenti climatici.

Facebook Comments Box