Autore Laura Ruggeri :: 3 Settembre 2015

Le verdure fanno parte del menu di un numero sempre maggiore di Italiani: il loro consumo è, infatti, cresciuto negli ultimi anni, sino ad arrivare al 91%.

Gli Italiani e il consumo di verdura

Un’indagine della Doxa rivela che 50 milioni di Italiani (ossia il 91%) amano mangiare le verdure. Un tempo causa di storcimenti di naso, queste non sono più consumate unicamente per ragioni di salute, o perché la mamma (o chi per lei) altrimenti non concede il dolce, ma proprio per il piacere di gustarle. Si tratta di una inversione di un trend negativo registrato negli scorsi anni, che vedeva un prevalere del cosiddetto 'junk food', cibo poco nutriente ma molto appetibile e gustoso, rispetto alle tristi insalatone della sera.

È stato registrato proprio tra i giovani il maggior cambiamento dello stile alimentare: infatti, il 58% di loro ha dichiarato di consumare le verdure con gusto. Ciò potrebbe essere dovuto a una maggiore attenzione all’educazione alimentare fatta nelle scuole e ad una incrementata possibilità di informazione, grazie alla diffusione di Internet. Indubbiamente, anche la bontà della tradizione culinaria italiana, basata sull’impiego di prodotti della terra, ha la sua parte in questa nuova e sana tendenza.

È infatti possibile notare sempre più spesso, passeggiando per strada, la presenza di persone alle prese con lo sgranocchiamento di un frutto, come delizioso spuntino. Le donne in particolar modo consumano più verdura degli uomini.

Ma perché ancora alcuni sono restii al concedersi a un’alimentazione green? L’indagine svela anche questo, riportando le seguenti motivazioni:

l’eccessivo tempo richiesto per la preparazione delle pietanze a base di verdure;

la mancanza di varietà nelle ricette;

solo per il 7% il fatto che non sono gradite a qualche membro della famiglia.

In ogni caso, questo sondaggio conferma che il palato degli Italiani sta virando sempre più verso tinte verdi.

Facebook Comments Box