Autore Laura Ruggeri :: 26 Ottobre 2015

Si tratta di una dieta monotematica, quella a base di patate, che, a dispetto di quanto si possa pensare, risulta benefica per la salute e per la perdita di peso corporeo

La dieta della patate: esempi e benefici

Sembrerebbe un paradosso rendere la patata l'alimento principe di una dieta dimagrante, eppure vi sono delle evidenze che attestano un suo ruolo per la perdita di peso corporeo e il benessere fisico. Infatti, la patata è ricca di carboidrati, considerati spesso a torto nemici giurati di ogni essere vivente che vuole dimagrire. In particolar modo, i suoi costituenti fondamentali sono i carboidrati complessi che nell'organismo si trasformano in zuccheri semplici in seguito alla digestione.

Non c'è dubbio sul fatto che la migliore alimentazione è varia e diversificata. Nessun cibo può costituire l'unica fonte di approvvigionamento delle sostanze nutrienti. Ma la patata si presta bene a ciò, risultando il candidato ideale di una dieta monotematica, fornendo una buona quantità di calorie e principi nutrizionali importanti. Di certo, non farebbe altrettanto una dieta composta unicamente da pancetta. In ogni caso, una dieta composta da un solo alimento è da seguire per un tempo limitato.

È possibile consumare ai pasti in una giornata solo patate, fino ad assumere 2000 calorie. Da questa particolare dieta giornaliera riuscirete a ottenere le sostanze nutrienti essenziali per l'organismo: proteine, minerali come il ferro, il rame, magnesio e manganese, e vitamine, quali la niacina, la vitamina C e la tiamina. Inoltre, ingerirete un buon quantitativo di fibre necessarie per una corretta motilità intestinale e per un pacificante senso di sazietà.

Vi sono alcune testimonianze di uomini che hanno seguito questo tipo di alimentazione per un periodo. Vediamone un paio.

Nel 1927 è stata svolta una ricerca intitolata The value of whole potato in human nutrition, pubblicata da Stanislaw Kazimirz Kon. Un uomo e una donna di vent'anni hanno seguito per sei mesi una dieta composta principalmente da patate, con un'aggiunta di piccole quantità di frutta e olio. Nei soggetti esaminati, non si è riscontrata nessuna carenza nutrizionale riguardante le proteine, a testimonianza del fatto che le patate ne rappresentavano una buona fonte.

Più recentemente, sul blog del neurobiologo Stephan Guyenet è stata riportata la storia di un uomo che ha seguito per 30 giorni una dieta a tutta patata, riuscendo a perdere 11 chilogrammi di peso corporeo in massa grassa e guadagnandone 8 come massa magra.

Ciò dimostra che una dieta, di durata limitata, a base di patate può essere utile per perdere peso corporeo, senza incorrere in carenze alimentari. Del resto per secoli, numerose popolazioni del Sud America, come i Quechua, hanno consumato patate come principale alimento, godendo di ottima salute.

Facebook Comments Box