Autore Laura Ruggeri :: 1 Gennaio 2016

Da un numero crescente di ricerche arriva la conferma che consumare latte e derivati può portare a rischi per la salute

Il latte fa davvero bene alla salute?

C'è molta confusione sui reali benefici sulla salute del latte e dei prodotti caseari da esso derivati. Nell'immaginario collettivo, una colazione come si deve prevede latte, caffè e cereali, nelle loro più svariate declinazioni. Le pubblicità che scorrono in televisione hanno introdotto a forza questa idea di necessità del latte nella dieta. Così se da un lato le strategie di marketing delle compagnie lattiero-casearie continuano ad associare il latte al benessere, il latte all'idea di famiglia, per contro importanti enti come l'USDA, United States Department of Agriculture, incoraggiano i consumatori a cambiare stile alimentare per evitare di incorrere in determinate patologie.

Da ciò, si genera molta confusione nel consumatore, che non sa più in cosa credere. Il latte fa bene o no alla salute nell'adulto?

Tra i benefici attribuiti al latte e derivati vi è la presenza di calcio, minerale importante per mantenere le ossa forti. Nelle pubblicità sembra che, se non si consumi un prodotto a base di latte al giorno, si rischi di fratturarsi le ossa in men che non si dica. In realtà il calcio contenuto nei latticini non è così biodisponibile, come invece lo è quello che si trova in alcuni alimenti di origine vegetale, come le verdure a foglia verde e alcune alghe.

Studi a lungo termine hanno individuato un rischio maggiore di fratture in donne forti consumatrici di latte rispetto a coloro che invece non ne assumevano. Oltre a questo, esistono correlazioni tra l'assunzione di latte e l'infiammazione, condizione che poi può condurre ad altre patologie come le malattie cardiache e il cancro.  

Tag: 

Facebook Comments Box