Autore Laura Ruggeri :: 6 Ottobre 2015

Nelle carni e in particolar modo nel pollame possono essere presenti sostanze chimiche tossiche. Numerose sono le falle rilevate nel sistema di controllo negli USA.

Gli ispettori della carne e le falle nel sistema di controllo degli allevamenti

Nella carne di pollo possono essere presenti diverse sostanze tossiche, quali ammoniaca e acido paracetico. Al 2011 risale la morte dell'ispettore federale degli Stati Uniti, Jose Navarro, deceduto a causa di un'insufficienza renale, dovuta alle tossine presenti negli allevamenti in cui lavorava. Tali sostanze sono usate con lo scopo di disinfettare gli ambienti da batteri, potenziale causa di patologie per gli animali. Le aziende che ne fanno uso continuano a definirli assolutamente atossici per la salute umana.

Numerose solo le violazioni e le pressioni cui dichiarano di essere sottoposti i veterinari responsabili dei controlli. Basti pensare che nel 1991 ai tempi della minaccia della mucca pazza, ad alcuni ufficiali di ispezione fu intimato di non rivelare l'eventuale presenza di animali ammalati negli allevamenti USA.

Un'importante svolta nell'ambito dei controlli sanitari si è avuta con l'avvento del protocollo denominato “Analisi dei rischi e Controllo dei punti critici” (HACCP). Tale regolamentazione ha sostituito l'esame visivo compiuto dagli ispettori al termine del ciclo di produzione. Tale protocollo preserva i prodotti trattati dall'eventualità di contaminazioni. Ogni passaggio critico della catena di lavorazione dell'alimento è sottoposto ad attento monitoraggio. Anche la distribuzione è controllata.

Questo protocollo venne sviluppato negli anni '60 negli USA. Il suo obiettivo era assicurare la salubrità degli alimenti destinati agli astronauti della NASA.

Ma anche il sistema HACCP presenta delle falle. In un intervista che ha coinvolto 451 ispettori sanitari americani di protocollo HACCP, l'80% ha dichiarato di avere chiuso più di una volta un occhio sulla sicurezza alimentare.

Facebook Comments Box