Autore Laura Ruggeri :: 18 Dicembre 2015

Uno studio afferma che mangiare lattuga sia più dannoso per l'ambiente rispetto a consumare pancetta. Come stanno realmente le cose?

Essere vegetariani danneggia l'ambiente?

Mangiare vegetali impoverisce il pianeta? Le coltivazioni di lattuga consumano più acqua di un allevamento di suini? Uno studio di recente pubblicazione rivela i dati inerenti l'impatto ambientale di diverse coltivazioni di vegetali e degli allevamenti di animali, stilando una sorta di classifica. Così è emerso che coltivare lattuga sia più dispendioso che allevare maiali. I vegetali sono meno ecologici delle carni?

Nello studio, i ricercatori hanno analizzato tre regimi dietetici:

La dieta americana standard

La dieta basata su cibi sani e poche calorie

La dieta basata su cibi sani senza riduzione delle calorie

Gli studiosi hanno tentato di stabilire l'impatto del consumo dei diversi cibi sull'ambiente. È emerso che la frutta e i succhi di frutta presentano uno degli impatti maggiori. La medaglia d'oro per maggiore impatto ambientale va alla lattuga: questa necessita di molta acqua per crescere, il suo stoccaggio e il suo trasporto richiedono un'attenzione particolare. Ma non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, e per una volta questo modo di dire ha senso letterale. Esistono, infatti, vegetali con un impatto sull'ambiente molto basso, ad esempio le carote, i broccoli, la cipolla e i cavoletti di Bruxelles.

Il grosso neo della ricerca è quello di non avere determinato l'impatto ambientale specifico di una dieta vegetariana. Piuttosto si è stimato quello di un regime alimentare che comprendeva frutta, verdura, latticini e pesce, con una valutazione piuttosto imprecisa. Inoltre sono presi in considerazione soltanto alcuni parametri, quali il consumo di acqua e di energia e l'emissione di gas serra. Non è stato vagliato l'impatto dell'utilizzo di antibiotici, disinfettanti o pesticidi.

Una stima della Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite riporta che il settore produzione latticini da solo causa il 4% delle emissioni di gas serra su scala globale. Questo dato considera la produzione nel suo insieme, a partire dall'impatto delle coltivazioni di erba per foraggiare gli animali fino a quanto necessario per allevarli in fattoria.

Dalle pagine dell'Huffington Post, Hillary Hanson afferma: “I ricercatori non hanno scoperto che la dieta vegetariana sia un male per l'ambiente. Semplicemente hanno riscontrato come non tutti i vegetali siano davvero più ecologici rispetto ai cibi a base di carne”.

Facebook Comments Box