Autore Laura Ruggeri :: 2 Gennaio 2016

Il disturbo da alimentazione incontrollata o binge-eating disorder è una condizione caratterizzata da grandi e incontrollati accessi di fame

Disturbo da alimentazione incontrollata: di cosa si tratta?

Il disturbo da alimentazione incontrollata rientra nella categoria dei disturbi della nutrizione e della alimentazione. È caratterizzato dal bisogno compulsivo di assumere grandi quantità di cibo, senza però le successive pratiche di eliminazione e compensazione che sono tipiche della bulimia invece. L'epurazione, ossia il vomito, l'assunzione di lassativi o diuretici o un estenuante esercizio fisico mancano nel binge-eating disorder. Le abbuffate vengono ripetute sistematicamente in modo regolare, almeno una volta a settimana. Le persone affette sono in genere, ma non necessariamente, sovrappeso o obese e vivono la condizione con vergogna e disagio.

Non vi è una particolare categoria di persone a rischio: a dispetto di sesso, età o peso, il disturbo può colpire chiunque. La maggior parte delle persone ammalate comunque è sovrappeso e vive una sofferenza psichica, come depressione o ansia o disturbo bipolare. È in atto in queste persone una costante lotta con lo specchio, con l'idea che si ha di se stessi, spesso troppo severa.

Tra i fattori scatenanti si annoverano la genetica, l'educazione ricevuta o traumi pregressi come lutti o bullismo. Il primo passo per uscire dal problema è la corretta diagnosi, durante la quale il medico professionista sottoporrà il paziente a una serie di domande sulle sue abitudini alimentari, sulle sue emozioni e sulle idee riguardo al proprio aspetto fisico.

L'aiuto di uno psicologo, specie con la terapia cognitivo comportamentale, può fornire al paziente la chiave per uscire dal labirinto di pensieri negativi che lo intrappolano in un comportamento sbagliato. Il nutrizionista dall'altro potrà insegnare le corrette abitudini alimentari. La compilazione di un diario alimentare può essere infine utile per comprendere i fattori che scatenano gli episodi di fame cieca.

Facebook Comments Box