Autore Laura Ruggeri :: 15 Dicembre 2015

Se si segue una dieta occidentale, si avranno malattie occidentali. Esiste una correlazione tra ciò che si mangia e le malattie di cui ci si ammala

Dieta occidentale, malattie occidentali

La dieta occidentale è responsabile delle malattie tipiche del mondo occidentale. Si tratta di patologie quali il diabete, l'osteoporosi, obesità, ictus, infarto e cancro. Un tempo la dieta occidentale era confinata al mondo occidentale propriamente detto, ma oggi questo regime alimentare non del tutto sano si è esteso anche a Paesi quali il Giappone e la Thailandia. Dunque è lecito affermare che qualsiasi dieta moderna porta alle cosiddette malattie del benessere. Tra queste la dieta occidentale caratterizzata da cibi che non sono più quelli tipici di una determinata Nazione. E anche quelle diete definite da sempre più sane e genuine, come quella italiana o thailandese o giapponese hanno subito una contaminazione fino ad assumere, specie tra i giovani, tutte le sembianze di una dieta occidentale.

Ma cosa caratterizza una dieta occidentale?
Eccesso di prodotti di origine animale come il pollo, il burro, il latte, le uova etc..
Abbondanza di oli vegetali e salse grasse
Presenza di zucchero raffinato (che un tempo non esisteva affatto)
Molto sodio
Disponibilità di calorie liquide formato succhi di frutta o bevande energetiche

Molti alimenti una volta venivano consumati ogni tanto, adesso invece ogni giorno.
Per contrastare queste malattie, ci si deve rivolgere a una dieta basata su alimenti di origine vegetale. Per de-occidentalizzare la propria alimentazione si deve:
Mangiare meno
Ridurre le porzioni e talvolta arrivare a consumare anche solo due pasti al giorno
Consumare alimenti integrali e crudi
Utilizzare gli oli con parsimonia
Non mangiare carne tutti i giorni
Ridurre il consumo di dolci.

Facebook Comments Box